Origini


Il Pinscher, nonostante sia un cane poco conosciuto, può vantare,a dispetto di cani ben più noti, ma di recente selezione,origini addirittura preistoriche. Si, il pinscher, appellato anche come il "doberman in miniatura", è in realtà un cane molto antico e già presente, come lo testimoniano numerosi reperti archeologici, ai tempi delle palafitte. Il  più conosciuto Doberman è in realtà il frutto di  recenti selezioni e incroci fra  pinscher e schnauzer.
Pensare che gli uomini preistorici si dedicassero alla selezione delle razze canine è forse un po' azzardato, ma anche allora , qualità come: la docilità, la resistenza, la capacità di fare la guardia o cacciare erano sicuramente apprezzate e fonte di discriminazione nella scelta dei soggetti da far accoppiare.Gli altri soggetti che non rispondevano a queste caratteristiche venivano ovviamente scartati. Tra gli eletti c' era anche il cane di tipo "pinscher" ,anzi più esattamente, di tipo " pinscher-schnauzer "  che grazie all'isolamento geografico che ha caratterizzato il nostro pianeta fino al secolo scorso e cioè fino all'avvento del motore a scoppio, ha mantenute intatte  le caratteristiche morfologiche della razza. E qui è bene specificare che a parte il pelo lo schnauzer ha lo scheletro ed il cranio riconducibile al pinscher. Quindi ricapitolando diciamo che dallo stesso cane primitivo hanno avuto origine : il pinscher (in seguito anche lo zwergpinscher ),il doberman e lo schnauzer. Lo zwergpinscher deriva dal pinscher medio ed entrambi vennero selezionati nella Germania del sud.
La prima apparizione ufficiale del pinscher medio avvenne nel 1879 ma non ebbe mai, a differenza dei loro "cugini" doberman e schnauzer, quella fama internazionale che meriterebbe a tutto campo.Molti  sono ancora  quelli che non conoscono questa straordinaria razza canina.Con la selezione dello Zwergpinscher le cose sono andate un po' meglio nel senso che ha trovato molti estimatori un po' in tutto il mondo ma rimane comunque una razza che stenta ad affermarsi nonostante le indiscusse e molteplici qualità di questo grande-piccolo cane.


www.bassotti.it