HOME PAGE

 

FEDERAZIONE CINOLOGICA INTERNAZIONALE

REGOLAMENTO DEL CAMPIONATO INTERNAZIONALE

  I.     CAMPIONATO INTERNAZIONALE DI BELLEZZA DELLA F.C.I. PER TUTTE LE   RAZZE INDISTINTAMENTE

 

            A. Cani di razze non sottoposte a prove di lavoro.

        Per ottenere il titolo di Campione Internazionale di Bellezza, i cani di queste razze dovranno aver ottenuto:

 

a)      In un periodo di almeno di un anno ed un giorno, quattro certificati d’attitudine al Campionato Internazionale di Bellezza (CACIB) in tre paesi diversi, con tre giudici diversi, qualsiasi sia il numero dei partecipanti.

 

b)      Il periodo tra il primo e l’ultimo CACIB è da interpretare come segue: per esempio, dal 1 gennaio 1996 al 1 gennaio 1997.

 

 

        Per a) e b), delle eccezioni possono essere accordate previa approvazione del Comitato Generale F.C.I.

 

        B. Cani di razze sottoposte a prove di lavoro.

 

        Per ottenere il titolo di Campione Internazionale di Bellezza, questi cani devono aver ottenuto:

 

a)      In un periodo minimo di un anno ed un giorno, in due paesi diversi, con due giudici diversi, due certificati d’attitudine al Campionato Internazionale di Bellezza (CACIB), qualsiasi sia il numero dei partecipanti.

 

b)      Il periodo tra il primo e l’ultimo CACIB è da interpretare come segue: per esempio, dal 1 gennaio 1996 al 1 gennaio 1997. La data della prova del lavoro non rientra in tale calcolo.

 

c)      Almeno un terzo premio, o la qualifica di “Buono”, in una prova di lavoro dove sia in palio il certificato d’attitudine al Campionato Nazionale di Lavoro (CACT). Ad ogni modo, se la prova è giudicata con punteggio, la qualifica non sarà presa in considerazione ed il cane dovrà aver ottenuto almeno il 75% dei punti.

 

  • Eccezione per i Fox Terriers

        Nelle prove giudicate con punteggio, il cane dovrà aver ottenuto nelle prove da tana almeno il 60% dei punti.

 

        Per a) e b), delle eccezioni possono essere accordate previa approvazione del Comitato Generale F.C.I.

 

  • Cani d’utilità: le Prove Internazionali per Cani da Salvataggio, le varie Prove Nazionali di Schutzhund o l’RCI (IPO) sono le sole prove che permettono l’omologazione al titolo di Campione Internazionale di Bellezza.

        Nell’RCI (IPO), il cane dovrà aver ottenuto, nella classe 1, un minimo di 70% dei punti in ogni disciplina, vale a dire pista, obbedienza e         difesa.

        Nello Schutzhund, le condizioni sono le seguenti: indipendentemente dalla classe nella quale il cane è iscritto, deve aver ottenuto un minimo         di 70% nella disciplina A (pista) e B (obbedienza) e di 80% nella disciplina C (difesa).

 

        C. Regole comuni alle formule A. e B.

        Se una razza conta diverse varietà che differiscono tra loro per peso, pelo, colore, eccetera, l’Assemblea Generale della FCI decide se sia         il caso di mettere in palio un solo CACIB, per tutte le varietà riunite, o più di uno.

        In caso di contestazione o dubbio, il Comitato della FCI ha sovranità decisionale previa consulta del paese d’origine della         razza e della Commissione Standard.

 

II.                  CAMPIONATO INTERNAZIONALE DI LAVORO DELLA F.C.I.

 

        Le razze canine per le quali la FCI organizza prove possono aspirare a tale titolo.

 

        Per ottenere il titolo di Campione Internazionale di Lavoro, un cane deve aver ottenuto:

 

- A qualsiasi età, due certificati d’attitudine al Campionato Internazionale di Lavoro    (CACIT) assegnati da due giudici diversi, in due paesi diversi oppure organizzati da due club di nazionalità diversa. Questi due CACIT dovranno essere accompagnati da due primi posti in concorsi internazionali patrocinati dalla FCI.

 

- All’età di almeno 15 mesi in un’esposizione internazionale patrocinata dalla FCI, qualsiasi sia il numero dei partecipanti, almeno la qualifica di “Molto Buono” oppure, nei paesi dove tale qualifica non sia prevista, un secondo premio, in classe lavoro, intermedia o libera.

 

  • Cani da Utilità: il CACIT si ottiene solamente in un Test Internazionale per Cani da Salvataggio, di una Prova Nazionale di Schutzhund oppure un RCI (IPO).

  • Cani da Ferma Continentali: per i cani da ferma continentali vengono indetti un Campionato Internazionale di Lavoro “Field Trial” ed un Campionato Internazionale di Lavoro “Prova di Caccia”.

        Per ottenere il titolo di Campione Internazionale di Lavoro “Field Trial” – ChIT (ft), un cane deve aver ottenuto:

 

a. All’età di almeno 15 mesi, due CACIT oppure un CACIT e due Riserva CACIT vinti in field trials organizzati da due diverse società cinofile nazionali  e con due giudici diversi.

 

b. Se i titoli sono ottenuti in field trials dove la stesura del rapporto non è obbligatoria, il cane deve aver ottenuto almeno la qualifica di “Molto Buono” o, nei paesi dove tale qualifica non sia prevista, un secondo premio in un field trial, patrocinato dalla FCI; dove la stesura del rapporto sia obbligatoria.

 

c. All’età di almeno 15 mesi, in un’esposizione internazionale patrocinata dalla FCI, qualsiasi sia il numero di partecipanti, almeno la qualifica di “Molto Buono”, oppure, nei paesi dove tale qualifica non sia prevista, almeno il secondo premio in classe libera, intermedia, o lavoro.

 

        Per ottenere il titolo di Campione Internazionale di Lavoro “Prove di Caccia” ChIT (ec), il cane deve aver ottenuto:

 

a. All’età di almeno 15 mesi, due CACIT oppure un CACIT e due Riserva CACIT vinti in prove di caccia organizzate da due diverse società cinofile nazionali e con due giudici diversi.

 

b. Se i titoli sono ottenuti in prove di caccia terra-acqua, il cane dovrà aver ottenuto almeno la qualifica di “Molto Buono” oppure, nei paesi dove tale qualifica non sia prevista, un secondo premio in una prova di caccia polivalente, patrocinata dalla FCI.

 

c. All’età di almeno 15 mesi, in un’esposizione internazionale patrocinata dalla FCI, qualsiasi sia il numero dei partecipanti, almeno la qualifica di “Molto Buono” oppure, nei paesi dove tale qualifica non sia prevista, almeno un secondo premio nella classe libera, intermedia, o lavoro.

 

        Se un cane proposto per il CACIT è già Campione Internazionale di Lavoro, l’attribuzione della qualifica non sarà più trasferita         al vincitore della Riserva.

 

        Per l’omologazione del titolo ChIT (ft) oppure ChIT (ec), il proprietario del cane trasmetta la domanda alla segreteria generale         della FCI tramite la società cinofila nazionale, inviando la documentazione richiesta, entro un anno.

 

·         Bassotti: 3 alternative

- O 2 CACIT in tana artificiale su volpe (BhFK) in 2 paesi diversi ed almeno un 3° premio in una prova multipla (Vielseitigkeitsprüfung – Vp) oppure una prova a voce su lepre (Sp).

 

- O 2 CACIT in una prova multipla (Vp) oppure una prova Brakier così come un 3° premio in una prova in tana artificiale su volpe (BhFK) oppure una prova in tana naturale su volpe (BhFN) o su tasso (BhDN), ottenuti in due paesi diversi.

 

- O 1 CACIT in una prova in tana artificiale su volpe (BhFK) ed 1 CACIT in una prova multipla a voce su lepre (Vp) in due paesi diversi.

 

·         Bassotti Kaninchen: lo stesso giorno, un CACIT in una prova KSchIH (Schleppe: estrarre il coniglio dalla tana) ed un altro CACIT in una prova KSpN  (Sprengen) sono indispensabili, così come una prova Spurlaut.

        Una Riserva di CACIT potrà essere trasformata in CACIT su richiesta del proprietario del cane che ha ottenuto la         Riserva CACIT o su richiesta della sua società nazionale cinofila a patto che ci sia una delle seguenti condizioni:

 

        1. Il CACIT è stato vinto da un cane già Campione Internazionale di Lavoro (titolo omologato dalla FCI) o da un cane che         ha già ottenuto 2 CACIT indipendentemente dal fatto che il titolo di Campione Internazionale di Lavoro sia stato         confermato o meno (eccezione per i Cani da Ferma Continentali)

 

        2. Il CACIT sia stato vinto da un cane che non possiede un pedigree che contenga tre generazioni complete,         riconosciuto dalla FCI.

 

        3. Il CACIT sia stato vinto da un cane troppo giovane per poter ambire a tale ricompensa in virtù dei diversi         regolamenti della FCI per prove di lavoro e di caccia.

 

        Un solo CACIT può essere messo in palio per ciascuna prova.

 

        Eccezioni:

 

        a)         Cani da tana, bassotti, fox terrier, terrier da caccia, Welsh terrier

Ciascun cane che abbia ottenuto il massimo punteggio in una prova da tana può ottenere il CACIT.

 

        b)            Bassotti

I bassotti che abbiano ottenuto almeno 267 punti, con un primo premio, in ciascuna disciplina di una prova multipla internazionale possono ottenere il CACIT.

 

 

            III.             TITOLO CUMULATIVO DI CAMPIONE INTERNAZIONALE DI BELLEZZA E LAVORO

 

        I cani appartenenti alle razze per le quali sono organizzate delle prove pratiche patrocinate dalla FCI, riceveranno il duplice titolo “Campione Internazionale         di Lavoro e di Bellezza” se in possesso contemporaneamente delle condizioni per ottenere entrambi i campionati.

 

            IV.            DISPOSIZIONI GENERALI

 

a)                  Se la prova nella quale è messo in palio il CACIT viene giudicata con punteggio, e più cani ottengono il medesimo numero di punti, lo spareggio verrà effettuato secondo le modalità indicate nel Regolamento del Campionato Nazionale del paese nel quale si svolge la prova.

Se tale regolamento non prevede questa eventualità, i cani classificati ex-aequo verranno sottoposti ad uno o più barrage finché uno di loro non ottiene un punteggio più alto degli altri. Se possibile, i barrage riproporranno tutti gli esercizi della prova; altrimenti, verteranno su ciascun esercizio singolo nell’ordine del programma, per concludere non appena un cane abbia ottenuto un punteggio superiore agli altri.

 

b)                  Il Comitato della FCI verifica se le condizioni regolamentari sono rispettate. In caso affermativo, viene omologata la proposta del giudice. In caso negativo, la qualifica non viene considerata.

 

c)                  Il titolo definitivo di Campione Internazionale viene emesso dal Comitato FCI. Secondo gli accordi intercorsi con i diversi paesi membri, la Segreteria FCI può emettere, su richiesta del proprietario e senza aver consultato l’organismo cinofilo nazionale, il titolo di Campione Internazionale, posto che tutti i documenti necessari siano pervenuti alla Segreteria.

 

d)                 Una Riserva CACIB potrà essere trasformata in CACIB su richiesta del proprietario del cane che ha ottenuto la Riserva CACIB o su richiesta della sua società nazionale cinofila a patto che ci sia una delle seguenti condizioni:

 

1.      Il CACIB è stato assegnato ad un cane già Campione Internazionale di Bellezza (titolo omologato dalla FCI)

2.      Il CACIB è stato assegnato ad un cane che non possiede un pedigree riconosciuto dalla FCI comprendente tre generazioni complete

3.      Il CACIB è stato assegnato ad un cane che al giorno dell’esposizione era in possesso dei requisiti (in termine di numero di CACIB ottenuti) per ambire al titolo di Campione Internazionale di Bellezza, come descritto nei paragrafi I.A e B. questo significa, per le razze non sottoposte a prova di lavoro, 4 CACIB con 3 giudici diversi, in un periodo minimo di un anno ed un giorno e per le razze sottoposte a prova di lavoro (utilità e caccia), 2 CACIB, con due giudici diversi, in due paesi diversi, in un periodo minimo di un anno ed un giorno.

Le eccezioni accordate ai paesi e sezioni saranno prese in considerazione.

 

 

        Le modifiche in grassetto sono state approvate dal Comitato Generale della FCI a Monaco, nell’ottobre 2003. questo regolamento modificato entra in         vigore a partire dal 1 gennaio 2004.

 

            Dora E. De Marzo, 20.01.04  (ENCI)

 

        www.pinscher.it

 torna Home page 

 


Contatti
standard

 

Leggi....
GALLERIA FOTO
 
Regolamento Campionato Internazionale di Bellezza
concorso di bellezza